Scadenziario:

27-02-2020 Videoconferenze

Dichiarazione Iva - Novità in materia di Iva

Videoconferenza sulle novità del mod. Iva 2020 Tra il 1/02/2020 ed il 30/04/2020 è possibile presentare la dichiarazione annuale Iva per il periodo 2019; il corso analizza tutte le novità del modello, alla luce delle novità intervenute e della prassi di riferimento.

22-02-2020 Fisco passo per passo

DL Milleproroghe - confermata la proroga del bonus verde

La legge di conversione del decreto Milleproroghe (che ha ottenuto il voto di fiducia dalla Camera nella seduta di giovedì scorso) prevede il mantenimento della proroga al 2020 del bonus verde. Decreto Milleproroghe: il D.L. 162/2019 (c.d.

21-02-2020 Info Fisco

Mod CU 2020 - Lavoro autonomo e Redditi diversi - TuttoEsempi

si riportano alcuni esempi di compilazione della Certificazione Unica 2020 riferiti ai redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi pagati nel 2019. Si ricordano i termini di trasmissione dei modelli: mod.

21-02-2020 Info Flash Fiscali

Bonus Cultura 18enni - Le regole attuative per il 2020

La legge di bilancio 2020 ha riproposto l’assegnazione del bonus, pari a 500, a favore dei soggetti che hanno compiuto 18 anni nel 2019, utilizzabile per fini culturali. Il Mibact ha recentemente definito le modalità attuative dell’agevolazione in esame.

21-02-2020 Notizie Flash

Antiriciclaggio: il questionario si può compilare fino al 10 marzo

Con l’informativa n. 13 del 19 febbraio 2020 il CNDCEC ha concesso tempo fino al 10/03/2020 per la compilazione e l'invio del questionario antiriciclaggio per le attività di vigilanza e controllo sugli iscritti da parte degli Ordini territoriali. La proroga è avvenuta a seguito delle istanze pervenute dagli Ordini territoriali che intendono avvalersi della piattaforma Concerto ai fini della somministrazione del questionario per le attività di vigilanza e controllo sugli iscritti in merito all’osservanza della normativa antiriciclaggio.

21-02-2020 L’evoluzione della Giurisprudenza

Legittima la condanna per emissione di fatture false anche senza l’indicazione dei beneficiari

Il presidente di una società cartiera può essere condannato per fatture false anche senza l’indicazione dei destinatari, ovvero dei beneficiari della detrazione delle somme portate in fattura. È quanto affermato dalla Corte di cassazione che, con la sentenza n. 6509 del 19 febbraio 2020, ha respinto il ricorso dell’amministratore delegato di una società sportiva accusato di aver emesso fatture false.

21-02-2020 L’evoluzione della Giurisprudenza

Accertamento Iva e contraddittorio preventivo: per la prova di resistenza non è sufficiente che le argomentazioni del contribuente siano confluite nella proposta di mediazione dell’Ufficio

In tema di diritto al contraddittorio preventivo, l’aver il contribuente addotto in giudizio argomentazioni accolte dall’Ufficio che le ha poste a base della proposta di mediazione (non accettata dal contribuente) non fa ritenere superata la cd. prova di resistenza ai fini dell’annullamento dell’atto impositivo per violazione del diritto al contraddittorio. Ciò in quanto in sede di mediazione, l'ufficio persegue esclusivamente lo scopo di deflazionare il contenzioso, senza necessariamente condividere le concessioni fatte.

21-02-2020 Notizie Flash

Scorporo forfettario dell’area anche nel caso di leaseback

Con la risposta all'interpello 63/2020, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che: quando un’impresa stipula un contratto di leaseback, anche nel caso di ricostruzione del fabbricato da parte della società di leasing concedente lo scorporo del terreno deve avvenire sulla base delle percentuali forfettarie del 20 – 30, con le stesse regole stabile per il fabbricato detenuto in proprietà

21-02-2020 Fisco passo per passo

Il riacquisto dell’immobile da adibire ad abitazione principale in territorio straniero non fa perdere l’agevolazione

Con la risposta all’interpello 65/2020, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che ove si sia proceduto ad acquistare l’immobile con l’agevolazione prima casa, nel caso in cui: si proceda a cedere la casa acquistata con il beneficio fiscale prima del decorso del quinquiennio di detenzione obbligatoria previsto dalla norma sono dovute le imposte di registro, ipotecaria e catastale nella misura ordinaria, nonché una sovrattassa pari al 30 per cento delle stesse imposte. salvo in caso in cui si proceda entro un anno dalla cessione all’acquisto di altra prima casa, anche nel caso in cui il nuovo immobile sia ubicato all’estero "sempreché sussistano strumenti di cooperazione amministrativa che consentono di verificare che effettivamente l'immobile ivi acquistato sia stato adibito a dimora abituale" (CM 31/E/2020) CASO Un contribuente, residente in Svizzera: ha proceduto nel 2018 alla vendita dell’immobile acquistato con le agevolazioni prima casa prima del decorso del quinquennio previsto dalla norma. intende acquistare appartamento, ubicato in Svizzera, da adibire ad abitazione principale entro il termine di un anno rispetto alla predetta vendita. Nel suddetto caso, si ha la decadenza dei benefici fiscali goduti RISPOSTA AGENZIA Per fruire dell’agevolazione prima casa, sia ai fini dell’imposta di registro (2) che dell’Iva (4) sono richiesti determinati requisiti: soggettivi, dettati, sia per gli atti soggetti ad IVA che per gli atti soggetti a imposta proporzionale di registro, dalla nota II-bis) all’art. 1 della tariffa, parte prima, allegata al D.P.R. 131/1986 a) Immobile ubicato nel territorio del comune in cui l'acquirente ha o stabilisca entro 18 mesi dall'acquisto la propria residenza o, se diverso, in quello in cui l'acquirente svolge la propria attività ovvero, se trasferito all'estero per ragioni di lavoro, in quello in cui ha sede o esercita l'attività il soggetto da cui dipende ovvero, nel caso in cui l'acquirente sia cittadino italiano emigrato all'estero, che l'immobile sia acquisito come prima casa sul territorio italiano.

21-02-2020 Notizie Flash

Cessione zucchero per alimentazione api con aliquota IVA ridotta

Con la risposta 64/2019, l'Agenzia delle Entrate: relativamente all'aliquota IVA applicabile per la cessione di zucchero, sia di canna che di barbabietola, destinato esclusivamente all'alimentazione delle api ha chiarito, ottenuto il parere tecnico dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Direzione dogane, Ufficio tariffa e classificazione, dazi e regimi dei prodotti agricoli, in ordine alla corretta classificazione, ai fini doganali, dei prodotti a base di zucchero destinati all'alimentazione delle api che: considerato la classificazione doganale di tali prodotti quali "mangini" trova applicazione l'aliquota IVA agevolata del 4 (Tabella A, Parte II,voce 20) allegata DPR 633/1972 avente ad oggetto "mangimi semplici di origine vegetale; mangimi integrati contenenti cereali e/o relative farine e/o zucchero; mangimi composti semplici contenenti, in misura superiore al 50, cereali compresi nella presente parte della tabella"

21-02-2020 Fisco passo per passo

Vincoli per le aliquote Imu dal 2021

Con la risoluzione 1 del 18.02.2020 il MEF ha chiarito che i nuovi vincoli sulle aliquote Imu introdotte dalla legge di bilancio 2020 dovranno essere rispettati dal 2021. Per le delibere delle aliquote Imu del 2020 i comuni avranno libertà di manovra e ai fini della pubblicazione sul sito del Mef non dovranno attendere l’emanazione di alcun decreto.

21-02-2020 Fisco passo per passo

Niente agevolazione prima casa per il secondo box pertinenziale

Con la risposta all'interpello 66/2020, l'Agenzia delle Entrate: relativamente all'applicazione dell'agevolazione prima casa nel caso di un contribuente: che aveva acquistato con la suddetta agevolazione un immobile ad uso abitativo, categoria A2 e di un'unità immobiliare ad uso autorimessa, categoria C/6 che intende acquistare con la suddetta agevolazione una ulteriore unità immobiliare ad uso autorimessa, categoria catastale C/6, contigua e confinante a quella già di sua proprietà, procedendo alla fusione dei suddetti immobili aventi la medesima categoria catastale premesso che: l'agevolazione è estesa anche all'acquisto delle pertinenze dell'immobile (art. 1, c. 3, Tar. parte I, all. Dpr 131/86) ma limitatamente ad una sola pertinenza per ciascuna categoria - C/2, C/6 e C/7 (CM 19/2001; il legislatore ha inteso evitare che il beneficio possa trovare nuovamente applicazione in caso di un ulteriore acquisto di pertinenza classificata con la medesima categoria catastale di altra già acquistata usufruendo dell'agevolazione "prima casa") nel confermare l'ampia prassi formatasi in precedenza, ha chiarito che: al momento di acquisto dell'ulteriore pertinenza, il contribuente ha già fruito dell'agevolazione prima casa in sede di acquisto della "prima" pertinenza classificata C/6 non potrà nuovamente fruirne per l'acquisto dell'ulteriore pertinenza C/6.

20-02-2020 Quesito

Certificazione Unica codice 8

Nella certificazione unica lavoratori autonomo ordinario anno 2020, devo certificare anche le spese che il professionista ha anticipato per mio conto (es art.15) e devo inserirle al punto 7 (altre somme non soggette a ritenuta) con il codice 8 al punto 6 Si ritiene che l'omessa indicazione di quanto richiesto nel suo quesito non possa configurare alcuna violazione sostanziale.

20-02-2020 Quesito

Codice Ateco

una persona che intende svolgere l'attività di docente di ligue straniere c/o istituti privati, quale codice ateco deve adottare il quesito è richiesto in quanto il codice 85.59.30 "scuole e corsi di lingua", presuppone attività d'impresa con iscrizione al R.I., mentre il soggetto indicato svolge attività di libero professionista. Si consiglia il codice 85.59.90 – Altri servizi di istruzione NCA.

20-02-2020 Info Fisco

Credito Iva 2019 a rimborso

In alternativa all’utilizzo in compensazione (verticale e/o orizzontale) del credito annuale IVA, il contribuente può optare per la richiesta di rimborso, che: può essere presentata solo in presenza di determinati requisiti necessita di apposita garanzia, salvo che per i rimborsi, alternativamente: d’importo non superiore a . 30.000 (. 50.000 se il Mod. Redditi 2019 indica un Isa almeno pari a 8) o in caso di contribuenti non a rischio che presentano il mod.

20-02-2020 Info Flash Fiscali

Registri contabili - Modalità di tenuta Imposta di Bollo sulla conservazione

In seguito all’estensione dell’esonero dall’obbligo di stampa cartacea per tutti i registri contabili (che devono solo risultare aggiornati nella contabilità meccanografica) introdotto dal Decreto Crescita, si è posto il dubbio sull’eventuale obbligo di assolvimento dell’imposta di bollo in relazione a detti registri. Il CNDCEC ha fornito alcune possibili soluzioni ove il contribuente decida di avvalersi di tale possibilità.

20-02-2020 Info Video

Info Video - Novità Dichiarazione Iva 2020

Info Video: è disponibile il nuovo video sulle "Novità della Dichiarazione Iva 2020": novità nel frontespizio per i soggetti ISA, novità relative alla Li.Pe. del 4 trimestre, e novità introdotte al quadro VL ed al nuovo quadro VQ.

20-02-2020 Fisco passo per passo

Comunicazione stampati fiscali 2019 entro il 02/03/2019

Il prossimo 02/03/2020 (il 29/02 cade di sabato) scade il termine entro cui le tipografie ed i rivenditori autorizzati sono tenuti ad inviare i dati relativi alle forniture di ricevute fiscali, fatture accompagnatorie e scontrini fiscali a tagli fissi effettuate nel 2019. I dati relativi alle forniture devono essere trasmessi in via telematica, in via diretta o tramite un intermediario abilitato.

20-02-2020 L’evoluzione della Giurisprudenza

Ok al sequestro dei beni intestati all’ex moglie dell’imputato quando la separazione risulti fittizia

Legittimo il sequestro preventivo finalizzato alla confisca sugli immobili della moglie dell'indagato per evasione, qualora dalle intercettazioni risulti che la separazione sia soltanto fittizia e che egli continui ad avere la disponibilità dell’immobile. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza 44353 del 30 ottobre 2019, con cui ha rigettato il ricorso della moglie dell’uomo.

20-02-2020 L’evoluzione della Giurisprudenza

Società a ristretta base azionaria e sorte dell’accertamento al socio che si limiti a far riferimento a quello societario divenuto definitivo

È valido l’accertamento Irpef a carico del socio della piccola srl motivato sulla base dell’accertamento emesso nei confronti della società divenuto definitivo per mancata impugnazione. A nulla vale per il contribuente eccepire la mancata notifica allo stesso dell’accertamento societario.